WELCOME_MESSAGE

Procura della Repubblica presso il Tribunale di Venezia

Procura della Repubblica presso il Tribunale di Venezia

Deposito atti

I Difensori devono far ricorso al Portale Deposito Atti Penali (con le modalità descritte nel MANUALE PDP) per gli atti "tipici" indicati dagli articoli 24, co.1 e 2, del D.L. 28/10/2020 n.137, convertito con modificazioni nella Legge 18/12/20 n.176, così come modificato dall'art.6 comma 1, lettera d), D.L. 01/04/2021 n.128, convertito con modificazioni nella Legge 28/05/ e dall'art. 1 del Decreto Ministeriale 04/03/2023 di seguito elencati:

  • Memorie, Documenti, Richieste ed Istanze indicate dall'art. 415bis, comma 3, del c.p.p.
  • Istanza di Opposizione all'Archiviazione indicata nell'art. 410 c.p.p.
  • Denuncia di cui all'art. 333 del c.p.p.
  • Querela di cui all'art. 336 del c.p.p.
  • Nomina del Difensore e della Rinuncia o Revoca del mandato indicate all'art. 107 c.p.p.

Ferma restando la modalità ordinaria di deposito tramite portale degli atti sopra indicati, è possibile depositare tramite PDP, ove il sistema lo consenta, anche atti non compresi nella previsione normativa come, ad esempio:

Atti relativi alla fase delle indagini preliminari

Atti relativi a procedimenti restituiti per nullità dal Tribunale

Istanze di dissequestro di beni, richieste di colloquio, richieste di accesso agli atti per le persone offese

Nomine per fascicoli in fase dibattimentale che saranno acquisite al TIAP e comunicate alla competente cancelleria del Tribunale.

NON possono essere depositate tramite PDP:

Istanze di revoca e/o sostituzione di misure cautelari personali

I difensori, per la trasmissione di atti, documenti, istanze diversi da quelli successivi alla notifica dell'avviso ex 415bis c.p.p. e per il cui deposito il codice di rito e le disposizioni di legge non dispongano modalità e forme particolari , dovranno utilizzare ESCLUSIVAMENTE la seguente PEC: depositoattipenali1.procura.venezia@giustiziacert.it

"ATTI VALIDANTI":

Nel caso di fascicolo che si trovi in fase antecedente alla chiusura delle indagini preliminari per procedere al deposito di qualsiasi atto processuale l’avvocato dovrà necessariamente inserire uno dei seguenti ATTI VALIDANTI: 

  1. certificato ex art.335 c.p.p.
  2. verbale di sequestro probatorio riportante il numero del procedimento
  3. verbale di elezione di domicilio con contestuale nomina

Nel caso di fascicolo in fase 415 bis c.p.p. per procedere al deposito di qualsiasi atto processuale l’avvocato dovrà necessariamente inserire uno dei seguenti ATTI VALIDANTI: 

  1. nomina a difensore
  2. avviso ex art.415 bis notificato
  3. verbale di elezione di domicilio con contestuale nomina

L'avvocato nominato potra' seguire l’iter del procedimento SOLTANTO inserendo la nomina nel portale PDP.

Decreto Portale Deposito Atti Penali (PDP)
$content.cookie.tabella.text
Torna a inizio pagina Collapse